Utilizzando questo sito accetti l'uso di cookie per analisi e contenuti personalizzati. Approfondisci
News

News

News ed eventi Adveco e relativi al settore ferramenta

News

24.09.2019 Azienda

La nuova normativa italiana sulla sostenibilità ambientale edilizia


Stanno cambiando le normative in merito alla sostenibilità ambientale edilizia in Italia. Lo scorso luglio è stata infatti pubblicata la nuova prassi di riferimento, che verrà presentata al pubblico a giorni. Si tratta della prassi “UNI/PdR 13:2019 Sostenibilità ambientale nelle costruzioni – Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità”, che traduce il precedente protocollo ITACA (Istituto per l’Innovazione e la Trasparenza degli Appalti e Compatibilità Ambientale).

Sarà più semplice giudicare la sostenibilità ambientale di un edificio

Nello specifico, cosa cambia?

Verrà introdotta una nuova sezione per la valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici e sarà parzialmente adeguata la normativa tecnica per i criteri ambientali minimi obbligatori per l’affidamento degli appalti pubblici. In sostanza, verrà modificato il giudizio sulla sostenibilità ambientale edilizia, sarà più facile determinare il livello di sostenibilità di ogni edificio.

La nuova normativa è quindi uno strumento per il progettista. Consente di formulare un giudizio sintetico sulle performance di un edificio, a seconda delle tecnologie scelte per realizzarlo. Questo giudizio sarà formulato con un punteggio, che indicherà il livello di sostenibilità ambientale edilizia.

Le sezioni della nuova normativa

La nuova “UNI/PdR 13:2019” è formata da tre sezioni principali, utili a inquadrare i cambiamenti in atto. La prima dà un inquadramento generale e fornisce i principi metodologici alla base del sistema di analisi per la valutazione dei criteri di sostenibilità ambientale edilizia. La seconda stabilisce quali sono questi criteri, in particolare per gli edifici residenziali. La terza, invece, chiarisce come si valutano gli edifici non residenziali.

A prescindere dalla normativa, però, va ricordato che valutare il grado di sostenibilità ambientale di un edificio significa giudicarlo nella sua globalità, cioè ponendo attenzione anche ai fattori sociali ed economici che la sua presenza comporta. In edilizia, quindi, la sostenibilità si riferisce alla capacità dell’edificio di integrarsi con l’ambiente in cui vive l’uomo.



Archivio news
Precedenti
Successive